Skip to main content

banner.magg

 

HARBOR HOTTIEBeh! Dai! Lo dice anche il proverbio: "Marinai donne e guai"

Certamente non stiamo a descrivere storielle di donne in questo sito, se non in qualche caso in forma velatamente anonima. Però di guai o simili, quelli si.

Gli aneddoti fanno parte della nostra vita.

Molti di noi sono nonni, e sicuramente nel tempo troveranno la voglia e l'ardire di raccontare ai nipotini, gli aneddoti appunto, succeduti nel corso della loro vita.

Nel nostro caso naturalmente, parliamo e raccontiamo storie vissute in prima persona, che anche se non ci hanno coinvolto personalmente, sicuramente sono talmente divertenti che vale la pena metterle per iscritto.

Eccone un sunto abbastanza congruo. Ma ci ripromettiamo di inserirne altre mano a mano che i nostri rincoglionimenti senili ce li riporteranno alla mente.

                                                                                            knots luxury blu ridotto

timone                                     

 

La branda

Una curiosità pescata sul web grazie ad un amico

branda

La BRANDA nella marineria velica e fino alla seconda guerra mondiale non indicava un letto ma un telo teso, una sorta di amaca appesa alle estremità grazie a due anelli o ad una sagola.
In questo modo si sfruttava uno stesso ambiente sia per le attività diurne che per dormire la notte, ottimizzando gli spazi.
Ad esempio, gli addetti ai cannoni dormivano sul ponte di batteria, accanto ai loro "pezzi", pronti a dare battaglia con un minimo preavviso.
Al mattino la BRANDA veniva "rollata" e riposta nei bastingaggi per lasciare libero il locale e, per un certo periodo di tempo, fu considerata parte del corredo personale. Chi sbarcava se la portava con sè, da cui il detto "fare sacco e branda".
Solo con l'aumento della gittata e della precisione dei cannoni fu possibile ridurne il numero a bordo delle navi, passando da vascelli da 100 e più pezzi a navi con meno di 10 cannoni e consentendo di avere spazio anche per i "locali di vita" separati dagli altri, con un sostanziale aumento dell'igiene.
Lo sviluppo della missilistica ne ha ulteriormente ridotto il numero ed oggi molte navi hanno soltanto un cannone a disposizione.
Buon vento
 
timone
  • Visite: 154

L'occhio di Panama

TRADIZIONI E CURIOSITÀ⚓️L'occhio di Panama

occhio panama

Ci avete mai fatto caso? Alcune Unità Navali hanno quell’apertura sull’estrema prora di colore rosso! Sapete di cosa si tratta? Bene, quello è l’occhio di Panama, dal quale passano i cavi di ormeggio e di rimorchio, si trova nell’estrema prora e spesso è colorato di rosso o di blu. Tradizione vuole che il più giovane dei nocchieri di bordo pitturi l’occhio di Panama di rosso quando la Nave attraversa l’equatore e di blu quando attraversa il canale di Panama o il circolo polare.

FONTE: INSTAGRAM-MARINAI IN MISSIONE

L'occhio di Panama, Aneddoti

  • Visite: 531

Ti piace l'articolo? Condividilo

FacebookTwitter